ANGELUS DEL PAPA

“Dio ama, non si vendica, ci aspetta per perdonarci, per abbracciarci”. Le parole del Papa all’Angelus di ieri.

Papa-Angelus-

“Dio ama, non si vendica, ci aspetta per perdonarci, per abbracciarci”. Parole chiare e forti quelle pronunciae da Papa Francesco all’Angelus domenicale in piazza San Pietro. C’è una sola possibilità di impedimento ha spiegato il Pontefice che impedisce l’incontro con Dio, ed è l’arroganza dell’uomo, la presunzione. La fede cristiana, ha ribadito Francesco, “non è tanto la somma di precetti e di norme morali, ma è prima di tutto una proposta di amore che Dio, attraverso Gesù, ha fatto e continua a fare all’umanità. È un invito a entrare in questa storia di amore, diventando una vigna vivace e aperta, ricca di frutti e di speranza per tutti”. E da qui l’invito a tutti i cristiani ad “uscire dalla vigna” per andare nelle cosiddette “periferie”, per incontrare gli ultimi, i dimenticati, i lontani.
Salutando, come di consueto, i fedeli al termine dell’Angelus il Papa ha ricordato la beatificazione di padre Arsenio da Trigolo, sacerdote dei Frati minori cappuccini e fondatore delle Suore di Maria Santissima Consolatrice: Lodiamo il Signore per questo umile suo discepolo, che anche nelle avversità e nelle prove – ne ha avute tante – non perdette mai la speranza”.


1
2
Next
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

Grazie per aver espresso il tuo pensiero!

Continua
0 commenti Mostra commenti Nascondi commenti

Aggiungi un commento

Altro in Chiesa