Francesco: “La malattia di Huntington non sia mai più nascosta”

Tutti si impegnino perché la malattia di Huntington non venga “mai più nascosta”: è il forte monito lanciato da Papa Francesco che stamani ha ricevuto in udienza, in Aula Paolo VI, un gruppo di malati con i loro familiari.

papa huntington

L’abbraccio di Papa Francesco con i malati di Corea di Huntington tocca il cuore. Li stringe a sé, anziani, bambini e giovani, li bacia, si china sulle loro sofferenze, e loro spesso si commuovono. Sono persone che vivono un calvario fatto di movimenti che diventano incontrollabili, di problemi a livello cognitivo e poi psichiatrico. Tutto questo è la malattia di Huntington, neurodegenerativa ed ereditaria. Per ora incurabile. Tassi molti alti si registrano in America Latina, dove spesso nei villaggi i malati vengono tenuti “nascosti” ed emarginati per i loro problemi.

Tutti si impegnino perché la malattia di Huntington non sia “mai più nascosta”
Drammi ripercorsi nelle parole e nel filmato proiettato in Aula Paolo VI, che hanno preceduto il discorso del Papa. Drammi a cui si aggiungono l’isolamento e la discriminazione sociale e che invece Papa Francesco ha voluto mettere in evidenza con quest’udienza e che chiede non vengano più nascosti:

“Per troppo tempo le paure e le difficoltà che hanno caratterizzato la vita delle persone affette da Huntington hanno creato intorno a loro fraintendimenti, barriere, vere e proprie emarginazioni. In molti casi gli ammalati e loro famiglie hanno vissuto il dramma della vergogna, dell’isolamento, dell’abbandono. Oggi però siamo qui perché vogliamo dire a noi stessi e a tutto il mondo: ‘HIDDEN NO MORE’, ‘OCULTA NUNCA MAS’, ‘MAI PIU’ NASCOSTA’! Non si tratta semplicemente di uno slogan, bensì di un impegno che ci deve vedere tutti protagonisti”.

Bene la ricerca scientifica ma nessuna finalità per quanto nobile giustifica la distruzione di embrioni umani
Francesco incoraggia, poi, scienziati e genetisti presenti a proseguire il loro impegno per trovare una terapia ricordando però che niente giustifica la distruzione di embrioni umani.

Fonte: www.radiovaticana.va


1
2
Next
Come ti senti dopo aver letto questo articolo?

Grazie per aver espresso il tuo pensiero!

Continua
0 commenti Mostra commenti Nascondi commenti

Aggiungi un commento

Altro in Chiesa

IMG_2832

Altro in Mondo